Exor, utile I semestre vola a 1,67 mld con cessione quota Sgs

Torino, 29 ago. (LaPresse) - Exor ha chiuso il primo semestre del 2013 con un utile in crescita a 1,671 miliardi di euro, a fronte dei 168,3 milioni di risultato netto dello stesso periodo dello scorso anno. Lo riferisce una nota della holding del gruppo Agnelli, che sottolinea che "la variazione positiva di 1.503,5 milioni deriva dall'incremento delle plusvalenze nette realizzate nel semestre per 1.511,3 milioni" e "riflette essenzialmente la cessione dell'intera partecipazione Sgs per 1.534 milioni. L'utile risente invece di "altre variazioni nette negative" per 7,8 milioni di euro. La holding precisa che la cessione della quota di Sgs "rientra nella strategia di continua valutazione e ottimizzazione del portafoglio e il ricavato sarà utilizzato per cogliere nuove opportunità, in coerenza con la strategia di investimento elaborata da Exor". Il cda del gruppo si è riunito oggi a Torino sotto la presidenza di John Elkann. A fine giugno il valore netto degli attivi (Nav) di Exor è di 8,533 miliardi di euro ed evidenzia un aumento di 913 milioni rispetto al 31 dicembre scorso, quando era pari a 7,620 miliardi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata