Ex Ilva, Venturi (Fiom): "Cassa integrazione da ripensare"

I sindacati chiedono ad Arcelor Mittal di ripensare la cassa integrazione per 1400 dipendenti della ex Ilva di Taranto. La misura confermata lunedì 10 giugno dall'azienda. "Le difficoltà di mercato, che ci erano già state presentate, potevano e dovevano essere risolte con la mancata risalita della produzione. Bisogna anche attivare il prima possibile un tavolo al Ministero dello Sviluppo economico", dice Gianni Venturi, segretario nazionale della Fiom-Cgil.