Ex Ilva, Landini: Accordo va rispettato in toto, governo convochi tavolo

Roma, 23 ott. (LaPresse) - "Deve essere chiaro al governo e a Mittal che noi abbiamo firmato un accordo che va rispettato in tutte le sue parti. Non ci sono esuberi e non possono esserci ritardi sugli investimenti ed è importante che il governo convochi rapidamente il tavolo e che ognuno si prenda le proprie responsabilità". Lo ha detto il segretario generale Cgil Maurizio Landini, a margine di un convegno su Federico Caffè organizzato alla Lumsa. "Avendo firmato l'accordo non capisco perché ci sia bisogno di modificare l'impegno previsto, cioè che il gruppo risponde di quello che fa da quando fa gli investimenti e se eventualmente non rispetta il piano ambientale - ha spiegato - Rischiare di riaprire un contenzioso con la storia di Ilva? Non riesco a riaprirne la ragione e lo considero un errore. Noi non siamo disponibile a discutere neanche un licenziamento".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata