Eurostat: Produzione industriale eurozona rallenta al +0,4% ad aprile

Bruxelles (Belgio), 12 giu. (LaPresse) - La produzione industriale nell'eurozona rallenta ad aprile al +0,4% su marzo, quando era cresciuta dello 0,9%. Lo rileva Eurostat, sottolineando che su base annua nell'area della moneta unica si registra un calo della produzione dello 0,6%. Nell'Ue a 27 Paesi l'indice mostra un incremento dello 0,3% ad aprile su marzo, quando la produzione era salita dello 0,9%. Rispetto ad aprile 2012 la produzione industriale nel complesso dell'Ue è calata dello 0,8%. Su base mensile la produzione di beni capitali è aumentata del 2,7% nell'eurozona e del 2,5% nell'Ue a 27. L'output dei beni intermedi è rimasto stabile nell'area della moneta unica e si è contratto dello 0,1% nel complesso dell'Unione. La produzione di energia è scesa dell1,5% in entrambe le zone, mentre i beni durevoli hanno mostrato una discesa del 2,7% nell'eurozona e dell'1,4% nell'Ue a 27. Su base annua, tra gli Stati membri peggio dell'Italia (-4,6%), fa solo la Finlandia (-10,2%), mentre segue la Repubblica Ceca (-3,4%). Eurostat rileva i maggiori incrementi in Romania (+12,6%), Lituania (+5%) ed Estonia (+2,7%). Su base mensile bene la Francia (+2,3%), mentre arretrano pesantemente Olanda (-4,3%) e Portogallo (-3,6%). Per l'Italia l'istituto statistico di Bruxelles vede un calo mensile dello 0,3% della produzione industriale. Tonica invece la manifattura in Germania, che segna un incremento dell'1,2% sia su mese sia su anno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata