Euro fatica a risalire dai minimi a 4 mesi
(Finanza.com) Cauta risalita oggi per l'euro. Al giro di boa di giornata il cross euro/dollaro viaggia a quota 1,287 dopo aver toccato un minimo a 1,2839, poco sopra i minimi a 4 mesi (1,283) toccati alla vigilia in scia alla nervosa reazione del mercato alle parole di Dijsselbloem. Ieri il presidente dell'Eurogruppo ha definito il piano di ristrutturazione delle banche di Cipro come possibile modello da utilizzare per risolvere i problemi per il sistema finanziario dei Paesi dell'Eurozona. A smorzare le preoccupazioni sui mercati è stato oggi Benoît Coeuré, componente del consiglio direttivo della Bce, sottolineando l'unicità del caso cipriota, "un paradiso fiscale e un altro caso simile non esiste nella zona euro". “Dopo il tonfo di ieri l'eurodollaro si è stabilizzato attorno all'1,2860 che nel breve costituisce il supporto al prezzo precedente solo ai minimi relativi visti ieri", sottolinea Davide Marone, analista finanziario di FXCM Italia. Nessuna reazione del mercato alla buona asta italiana con i Bot semestrali assegnati al rendimento dello 0,831% rispetto all'1,237% dell'asta di titoli con analoga durata tenuta lo scorso 26 febbraio, che era stata la prima asta post-elezioni e quindi condizionata negativamente dall'esito incerto delle urne. In arrivo oggi pomeriggio dagli Stati Uniti i dati sugli ordini di beni durevoli e sulle Vendite di nuove case. "Se dovessero confermare il trend rialzista delle ultime pubblicazioni a stelle e strisce - rimarca Marone di Fxcm - potrebbero acuire le vendite sul cambio fino alla soglia psicologica di 1,28".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata