Eternit, Carcassi(Uil): Sentenza lascia delitti impuniti, sanare ferita

Roma, 20 nov. (LaPresse) - "La sentenza di ieri crea una ferita forte fra la giustizia e il diritto. Tutti sanno che dei reati sono stati compiuti, che ci sono dei morti e che sono responsabilità di qualcuno. Il diritto fa sì che i delitti restino impuniti. Questa situazione non può rimanere così". Lo afferma il segretario confederale Uil Paolo Carcassi nel corso di una conferenza stampa convocata dopo la sentenza emessa ieri dalla Corte di Cassazione che ha annullato senza rinvio la sentenza di appello (che prevedeva la condanna a 18 anni di reclusione nei confronti del miliardario svizzero Stephan Schmidheiny, accusato di disastro ambientale doloso) per intervenuta prescrizione nell'ambito del processo Eternit. "Nella società - ha aggiunto - si creerebbe l'opionione per cui diritto e giustizia siano due cose diverse. Questa ferita va rimarginata sottoponendo, a un'opinione pubblica distratta, la necessità di cambiare la legge: avremo situazioni ambientali che avranno i loro effetti solo in futuro ed emergenze che avranno periodi di latenza di anni. Non è possibil

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata