Eni si aggiudica tre blocchi esplorativi offshore a Cipro

Roma, 24 gen. (LaPresse) - Eni ha firmato oggi con il Ministero del Commercio, Industria e Turismo della Repubblica di Cipro i contratti di exploration and production sharing per le attività di esplorazione e produzione nei Blocchi 2, 3 e 9 situati nelle acque profonde cipriote del Bacino del Levantino, per una superficie complessiva di 12.530 chilometri quadrati, segnando così il proprio ingresso nel Paese. Lo comunica in una nota il Cane a sei zampe. Eni si è aggiudicata i tre blocchi alla guida di un consorzio formato dalla stessa Eni (80%, operatore) e dalla compagnia coreana Kogas (20%) nell'ambito di una gara internazionale competitiva che si è conclusa a maggio 2012. "Il Bacino del Levantino - spiega Eni - ha destato recentemente un forte interesse da parte dell'industria petrolifera, rappresentando una nuova frontiera esplorativa con significativo potenziale a gas. Questo risultato riveste significativa importanza per il consolidamento della posizione di Eni nella regione mediterranea, area strategica nel portafoglio di esplorazione e produzione della società".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata