Eni, Descalzi: Riconferma? Io sereno, valuterà chi deve
"L'Eni è stata ed è la mia vita e uno spera sempre di restare a casa sua"

"L'Eni è stata ed è la mia vita e uno spera sempre di restare a casa sua" poi "chi dovrà decidere, farà le sue valutazioni, ma sono assolutamente sereno". Così Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni, intervistato da 'il Sole 24 Ore', in merito alla sua eventuale riconferma in primavera.

Sul fronte petrolio, secondo Descalzi si dice "convinto che l'Opec, o comunque Arabia Saudita e Iran, addiverranno a più miti consigli" perché "è impensabile mettersi a fare delle guerre sul prezzo senza pensare al futuro". Sulla Libia il messaggio è chiaro: "Mai e poi mai lasceremmo e non sosteremmo paesi che hanno fatto crescere l'Eni e l'Italia e ci hanno aiutato moltissimo". Su Versalis chiarisce che "la mia decisione è quella di concentrarmi per fare una Versalis più forte e la società sta rispondendo molto bene". Sulla Val D'Agri infine "vogliamo andare fino in fondo a questo processo per verificare insieme alla magistratura, sperando di dimostrare che abbiamo agito al meglio".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata