Eni, Descalzi differisce il 50% del proprio incentivo a lungo termine a 2021

Milano, 23 apr. (LaPresse) - L'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, in relazione all'attuale scenario determinato dall'emergenza sanitaria e alla situazione del settore Oil&Gas, oltre alle azioni di riduzione degli investimenti e dei costi operativi, ha deciso di differire al prossimo anno il 50% del proprio incentivo monetario di lungo termine, pari a 735 mila euro, pari al 15% della remunerazione totale ovvero al 46% della remunerazione fissa.

Lo comunica Eni in una nota. Tutti i dirigenti Eni, tramite il proprio Coordinamento, hanno aderito a tale iniziativa. Tali misure consentiranno all'azienda una riduzione delle uscite di cassa di 30,2 milioni di euro per il 2020. Inoltre, Eni effettuerà una riduzione dei costi incidendo sulla politica di remunerazione 2020 dei dirigenti pari a 16,5 milioni di euro. Queste azioni, oltre ad ulteriori risparmi di gestione, consentiranno di avere un beneficio complessivo sulla cassa 2020 pari a 62,3 milioni di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata