Eni avvia produzione campo petrolifero Lucius nel Golfo del Messico

Milano, 19 gen. (LaPresse) - Eni ha avviato della produzione del campo Lucius, situato negli Stati Uniti nelle acque profonde del Golfo del Messico, 240 miglia a sud della costa della Louisiana. Lo annuncia il Cane a sei zampe in una nota. La produzione di Lucius, che si trova a circa 2.100 metri di profondità d'acqua, si sviluppa attraverso 6 pozzi sottomarini allacciati a una piattaforma galleggiante di trattamento di olio e gas, collegata alla costa attraverso oleodotti e gasdotti dedicati. La piattaforma ha una capacità di trattamento di circa 80.000 barili di olio al giorno (bopd) e di 13 milioni di metri cubi di gas al giorno. Quando l'incremento del livello produttivo di tutti i pozzi sarà completato, la produzione giornaliera nel campo sarà di circa 7.000 barili di olio equivalente al giorno (boed) in quota Eni.

Il campo Lucius è stato scoperto nel novembre 2009 e il successivo progetto di sviluppo è stato autorizzato alla fine del 2011. Eni possiede una quota dell'8,5% del campo, operato da Anadarko. Eni detiene inoltre una quota del 30% nel vicino campo a gas Hadrian South, sviluppo sottomarino operato da ExxonMobil collegato alla piattaforma galleggiante Lucius, che si prevede arriverà a produrre 8 milioni di metri cubi al giorno di gas a piena capacità, con avvio previsto nei primi mesi del 2015. L'area che include i campi Lucius e Hadrian South, denominata 'Greater Hadrian', fornirà un importante contributo alla produzione futura di Eni, dato che si stima possa arrivare al suo picco a una produzione di circa 20.000 boed in quota Eni. Negli Stati Uniti, Eni detiene partecipazioni in 200 concessioni nel Golfo del Messico e in 530 concessioni in aree non convenzionali (shale gas e shale oil) nell'onshore del Texas. Inoltre, Eni detiene partecipazioni in 100 concessioni nel North Slope in Alaska, includendo il 100% del campo a olio Nikaitchuq e il 30% del campo a olio di Oooguruk. L'attuale produzione totale netta giornaliera di Eni negli Stati Uniti è di circa 100.000 barili di olio equivalente, di cui il 75% in qualità di operatore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata