Energia, da aprile bollette meno care: elettricità -1,1% e gas -3,8%

Roma, 28 mar. (LaPresse) - Buone notizie per le famiglie e i piccoli consumatori. Dal primo aprile, infatti, scatta una doppia riduzione delle bollette: l'energia elettrica diminuirà dell'1,1% e il gas del 3,8%, con un calo complessivo della spesa per il metano di oltre l'11% in un anno, tenuto conto della diminuzione del 7,3% del 2013. Lo ha deciso l'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico nell'aggiornamento dei prezzi di riferimento per il trimestre aprile-giugno 2014. Con i nuovi prezzi l'energia elettrica costerà circa sei euro in meno all'anno e il gas 46 euro, per un risparmio totale di 52 euro a famiglia.

La riduzione della bolletta è legata alla forte discesa dei prezzi del gas utilizzato nella produzione termoelettrica dopo la riforma del 2012: alla diminuzione ha infatti contribuito sostanzialmente il calo del 2,8% dei costi di acquisto dell'energia elettrica all'ingrosso, in parte attenuato dalla necessità di incrementare le componenti per la commercializzazione (+0,2%) e per i meccanismi di riequilibrio dei costi di perequazione, ovvero i conguagli per i servizi di rete (+1%).

Sulla variazione della bolletta elettrica pesa anche un ulteriore - questa volta limitato - aumento degli oneri di sistema (+ 0,5%), in particolare di quelli per il finanziamento della messa in sicurezza degli impianti nucleari disattivati. L'insieme degli oneri di sistema è cresciuto dell'11% nell'ultimo anno, raggiungendo il 21,5% della bolletta elettrica.

Negli ultimi dodici mesi il risparmio sulla bolletta del metano è stato pari a 140 euro. Un risultato particolarmente significativo, reso possibile dalla riforma del gas approvata nel 2012 dall'Autorità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata