Enel: per Morgan Stanley il dividendo è la chiave per la risalita del titolo. Boom di richieste per il bond
(Finanza.com) Enel sorvegliata speciale oggi a Piazza Affari. Il colosso elettrico è finito sotto la lente degli analisti di Morgan Stanley, secondo cui “il titolo, nonostante il debole momento per gli utili, potrà continuare la risalita in scia ad un aumento del dividendo”. Tenendo in considerazione la positiva rinegoziazione dei contratti gas e la stabilità dei prezzi in Italia, il broker Usa prevede che Enel “potrebbe aumentare l'eps nel periodo 2013-2016 mediamente del 17%, raggiungendo un dividend yield al 6,2% nel 2014 prima di apportare qualsiasi tipo di cambiamento all'attuale payout”. Morgan Stanley, però, conferma il giudizio equalweight sul titolo Enel in scia alle condizioni del mercato domestico, dove la domanda rimane debole, e perché “siamo diventati molto cauti sulla Russia”. A Piazza Affari il gruppo guidato da Fulvio Conti mostra una flessione dello 0,60% a 2,836 euro dopo aver collocato ieri due bond per 2 miliardi di euro, di cui metà con scadenza a 5,5 anni e metà a 10,5 anni. La domanda è stata decisamente sostenuta ed ha superato i 12 miliardi di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata