E' arrivato il giorno della Bce, atteso taglio dei tassi ai nuovi minimi storici
(Finanza.com)
Sforbiciata di 25 punti base. E' quanto chiede il mercato alla Bce per dare nuovo impulso all'attività economica del Vecchio continente. l'istituto centrale europeo si riunisce oggi con l'annuncio sui tassi in agenda come al solito alle 13.45 e la successiva conferenza stampa di Mario Draghi alle 14.30.
Dopo i recenti deboli riscontri macroeconomici la maggior parte degli analisti scommette su un'azione dell'istituto guidato da Mario Draghi con una sforbiciata di almeno di 25 punti base, portando il costo del denaro dall'1% allo 0,75% (nuovo record storico).  "La percezione diffusa tra gli operatori che sia la Bce che la Bank of England si stiano preparando ad allentare le misure di politica monetaria già questa settimana contribuisce a costruire una base ai mercati azionari" affermano gli analisti di Cmc Markets. Anche gli esperti di J.P. Morgan Private Bank nel report settimanale sul mercato valutario si attendono un intervento a livello monetario da parte della Bce: oltre al taglio di 25 punti base del tasso principale di finanziamento anche un taglio di 12,5 punti base del tasso sui depositi delle banche "e ulteriori stimoli monetari arriveranno in seguito". Gli analisti di Société Générale si spingono oltre: l'Eurotower potrebbe optare per una riduzione dei tassi di interesse di 50 punti base nella riunione di luglio.

"Data la difficile situazione economica e le ultime dichiarazioni ufficiali - scrivono gli esperti di Ing - un taglio dei tassi di 25 punti base sembra quasi un affare fatto". Secondo la banca olandese "la debole situazione economica permette alla Bce di tagliare i tassi di interesse. Uno scenario che è stato preannunciato da diversi membri del Consiglio direttivo nei giorni scorsi. Una sforbiciata al costo del denaro potrebbe essere un espediente sotto diversi aspetti: un compromesso sarebbe evitato; chi è contro le misure di liquidità aggiuntive sarebbe soddisfatto e probabilmente l'economia più critica del momento, ovvero la Spagna, potrebbe prendere una boccata di ossigeno”.

Oltremanica atteso aumento del piano di allentamento quantitativo
Novità dovrebbero arrivare anche dalla Gran Bretagna con l'aumento dell'ammontare complessivo del piano di quantitative easing, atteso in rialzo da 325 a 375 miliardi di sterline. Martedì scorso il governatore della BoE, Mervyn King, ha posto l'accento sul deterioramento dell'outlook economico nelle ultime settimane e già nella riunione di giugno 4 membri del board BoE, King compreso, avevano votato a favore di un incremento del QE di 50 mld di sterline.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata