Draghi: Nuova banconota ricorda che integrazione continua

Francoforte (Germania), 24 feb. (LaPresse) - Le banconote dell'euro "che usiamo ogni giorno" sono "il simbolo più tangibile dell'integrazione europea" e l'introduzione di un nuovo biglietto da 20 euro "serve a ricordare che questa integrazione è un processo che continua". Lo afferma il presidente della Bce, Mario Draghi, presentando a Francoforte la nuova banconota da 20 euro della serie 'Europa', di cui sono già in circolazione i tagli da 5 e da 10 euro. "Le banconote in euro riguardano la vita di ognuno di noi. Come tali, ci rendono più vicini", aggiunge Draghi. Il presidente della Bce evidenzia che "l'inserimento della figura mitologica di Europa", personaggio del mito greco che ha dato il nome al Vecchio Continente, "mostra come l'Europa attinga dalla sua storia comune".

Draghi ricorda che in totale ci sono in circolazione 17,5 miliardi di banconote in euro, il cui valore totale "ha raggiunto i 1.000 miliardi per la prima volta nel dicembre 2014". "L'introduzione della nuova banconota - sottolinea il presidente della Bce - non è solo cambiare per il gusto di cambiare. Ogni banca centrale deve aggiornare le proprie banconote periodicamente per trarre vantaggi dai progressi della tecnologia e preservare la loro integrità". Draghi riferisce che entro il 25 novembre "l'Eurosistema avrà stampato oltre 4,3 miliardi dei nuovi biglietti" da 20 euro. Al termine della cerimonia il presidente della Bce ha firmato simbolicamente una riproduzione della nuova banconota.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata