Draghi:Mercato debole in Eurozona ma ripresa graduale tra 2013 e 2014

Milano, 1 ago. (LaPresse) - "Il mercato del lavoro rimane debole nell'Eurozona". Lo afferma Mario Draghi, presidente della Bce, nella conferenza stampa dopo la riunione del board dell'Eurotower. Nonostante tutto, secondo Draghi, "ci sarà una ripresa graduale per la parte restante dell'anno e per il 2014".

"I tassi - spiega ancora il presidente della Bce - saranno mantenuti a questo livello, o anche a livelli più bassi, per un periodo di tempo prolungato". "La decisione del Consiglio della Bce - spiega ancora - di tenere i tassi fermi al minimo storico è stata unanime. La liquidità rimarrà abbondante per tutto il tempo necessario. Il sistema bancario europeo non appare più frammentato dal lato della raccolta ma lo è ancora dal punto di vista della concessione di credito". Per Draghi, "al fine di garantire un'adeguata trasmissione delle decisioni di politica monetaria nei paesi dell'Euro è essenziale che si riduca ulteriormente la frammentazione nei mercati del credito dell'Eurozona".

A chi gli chiedeva invece un commento specifico sulle misure intraprese dal nostro Paese dopo la lettera dell'agosto 2011, quando nel pieno della crisi del debito sovrano, l'allora presidente della Bce Trichet stilò un elenco di richieste per il governo Berlusconi, Draghi dice: "Nessun commento sull'Italia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata