Dl Fisco al voto. C'è il Bonus Bebè, meno tasse sulle e-cig e arriva la lotteria filanropica

Luce verde anche ai maxi-sconto per sanare le liti con il fisco. Esame al Senato senza la questione di fiducia

Martedì l'Aula del Senato voterà sul decreto fiscale e non sembra che verrà posta la questione di fiducia. L'intenzione del governo è dare l'ok in giornata al provvedimento collegato alla manovra, che poi passerà alla Camera per la seconda lettura. Lunedì, nella lunga giornata di lavori alla commissione Finanze di Palazzo Madama, c'è stato il voto agli emendamenti rimasti da esaminare, concluso con il mandato al relatore pentastellato Emiliano Fenu.

In commissione è stata data luce verde ai maxi-sconti per sanare le liti con il fisco. Si prevede uno sconto del 10% e l'eliminazione di sanzioni e interessi (con il pagamento quindi del 90%) per chiudere la controversia per cui sia stato solo presentato ricorso. In caso di vittoria in primo grado, invece, il contribuente potrà pagare il 40% del dovuto. Se si vince in secondo grado, questa percentuale scende al 15%. Se poi c'è una 'doppia conforme' (cioè vittoria del contribuente in entrambi i gradi di giudizio), il pagamento richiesto è al 5%.

La commissione ha poi dato via libera all'unanimità ad un emendamento del Pd che amplia la platea dei contribuenti che possono presentare un interpello sui nuovi investimenti. La misura rivede la soglia minima di investimenti, prevedendo un ammontare non inferiore a 20 milioni di euro invece che 30 milioni di euro. Arriva poi la mobilità in deroga per i lavoratori dell'area di Termini Imerese e di Gela, oltre che una corsia preferenziale per i rimborsi di raffinerie e stabilimenti petrolchimici che hanno adottato il sistema informatizzato di controllo e hanno versato più tasse del dovuto, a patto che le richieste vengano presentate nei primi sei mesi dell'anno. Si è approvata l'estensione alle Banche di credito cooperativo (Bcc) non quotate il cosiddetto 'scudo anti-spread', che è già previsto venga applicato alle assicurazioni. In pratica, con lo scudo, si consente di valutare i titoli di Stato al costo storico e non al valore di mercato.

Il provvedimento ha indicato, senza imporla, la strada per il futuro scorporo della rete di Tim e la sua aggregazione con Open Fiber, sottolineando che nel processo bisognerà tenere conto della forza lavoro.

Nel Dl Fisco il governo ha poi inserito un 'Pacchetto Omnibus', approvato dalla commissione, che cancella e riscrive l'art. 9, facendo sparire il condono tramite dichiarazione integrativa. L'Omnibus, inoltre, reintroduce il Bonus Bebé. Nell'omnibus c'è anche il taglio delle tasse sulle sigarette elettroniche. L'imposta sui liquidi contenenti nicotina passa dal 50% al 10% e quella sui liquidi senza nicotina dal 50% al 5%. Ridotta dal 50% al 25% anche la misura per il calcolo dell'accisa sui tabacchi da inalazione senza combustione. Il mancato incasso previsto è di 70 milioni l'anno. Tra le misure più curiose, c'è la lotteria filantropica.Il testo prevede che per finalizzare "progetti filantropici", con donazioni di almeno 500 euro, "gli enti del terzo settore possono effettuare lotterie", e vincere la possibilità di vedere realizzato il progetto a loro nome. Le risorse andranno direttamente agli enti per la realizzazione di progetti sociali. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata