Dl Crescita, ArcelorMittal esprime a governo le sue preoccupazioni

Milano, 19 giu. (LaPresse) - ArcelorMittal Italia ha manifestato al governo italiano le proprie preoccupazioni in merito all'attuale testo del Decreto Crescita. Lo rende noto la società in una nota stampa. "Se il Decreto dovesse essere approvato nella sua formulazione attuale - si legge nel comunicato -, la disposizione relativa allo stabilimento di Taranto pregiudicherebbe, per chiunque, ArcelorMittal compresa, la capacità di gestire l'impianto nel mentre si attua il Piano ambientale richiesto dal Governo italiano e datato settembre 2017". Nella sua formulazione attuale il Decreto Crescita, sottolinea in particolare la società, "cancella le tutele legali esistenti quando ArcelorMittal ha accettato di investire nello stabilimento di Taranto".

Tutele che per la stessa ArcelorMittal rimangono negessarie fino al completamento del piano ambientale "per evitare di incorrere in responsabilità relative a problematiche che gli attuali gestori non hanno causato". La società si dichiara comunque "fiduciosa che venga ripristinata la certezza del diritto nell'interesse dellìintero contesto economico italiano e degli stakeholders", permettendole di continuare a gestire lo stabilimento e completare il piano di riqualificazione ambientale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata