Dipendenti pubblici in piazza. Camusso: 'Arrogance, profumo di premier'

Roma, 8 nov. (LaPresse) - Susanna Camusso non perde la sua ironia e anche per la manifestazione dei dipendenti del pubblico impiego a Roma sceglie una maglietta rossa con la scritta 'Arrogance, profumo di premier'. Anche il 25 ottobre scorso per il corteo contro il Jobs act il segretario della Cgil aveva sfoggiato la t-shirt con 'Io sono Marta'. "L'impegno che deve venire da questa manifestazione - annuncia - è che, se non ci saranno risposte nei prossimi giorni, si prosegua con lo sciopero".

"Lavoro e dignità", sono i cori che si alzano a gran voce dal corteo dei dipendenti statali. Partita da piazza della Repubblica e guidata da ben 12 sigle sindacali, la manifestazione si apre con uno striscione unitario sorretto dai leader dei sindacati, Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, Annamaria Furlan, segretario generale Cisl, e Carmelo Barbagallo, segretario aggiunto della Uil. Una ritrovata unità per il rinnovo dei contratti della pubblica amministrazione: "Servizi pubblici perché servono, perché di tutti. Pubblico6tu'", si legge sullo striscione.

Tante le bandiere e i palloncini colorati, tra cui anche quelli con il volto del premier Matteo Renzi 'pinocchio' e la scritta 'Stai sereno'. A rappresentare i precari, fantasmi di stoffa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata