Dieselgate, arrestato il ceo di Audi: "Rischio di occultamento delle prove"
Rupert Stadler, fermato in Germania, è finito nello scandalo delle emissioni truccate di motori diesel

Rupert Stadler, ceo di Audi, casa automobilistica del gruppo tedesco Volkswagen, è stato fermato e preso in custodia in Germania nell'ambito dell'inchiesta sullo scandalo delle emissioni truccate di motori diesel. Lo ha reso noto il pubblico ministero di Monaco. La procura tedesca, che a fine maggio ha messo sotto indagine lo stesso Rupert Stadler e un altro membro del cda per presunta "frode", ha giustificato l'arresto parlando di "rischio di occultamento di prove". E il consiglio di sorveglianza della Volkswagen ha deciso di sospenderlo e di sostituirlo con l'olandese Bram Schot.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata