Def, Bankitalia: Calo Pil 8% coerente con ipotesi fine lockdown giugno

Milano, 29 apr. (LaPresse) - "Secondo gli scenari in corso di elaborazione dagli economisti della Banca d'Italia, una caduta del Pil dell'ordine di quella presentata nel Def", ovvero pari all'8%, "può essere coerente con l'ipotesi di una durata limitata delle misure di contenimento e di un loro graduale riassorbimento a partire da giugno, con una ripresa relativamente rapida dell'attività nella seconda parte dell'anno e con un contestuale recupero dell'economia globale". E' quanto dichiara il capo del Dipartimento Economia e statistica della Banca d'Italia Eugenio Gaiotti nell'audizione preliminare all'esame del Def 2020. "Secondo le nostre valutazioni - prosegue -, in questo scenario alla flessione del prodotto nell'anno contribuirebbero in misura pressoché analoga l'effetto delle misure di contenimento interne e gli spillover internazionali, trasmessi mediante la caduta del commercio mondiale e dei flussi turistici".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata