Debiti Pa, Corte Ue all'Italia: Violata direttiva su pagamenti

Milano, 28 gen. (LaPresse) - L'Italia avrebbe dovuto assicurare il rispetto da parte delle Pubbliche amministrazioni, nelle loro transazioni commerciali con le imprese private, di termini di pagamento "non superiori a 30 o 60 giorni". Così la Corte di Giustizia Ue, nella sentenza che condanna l'Italia per i ritardi nei pagamenti della P.a. per aver violato la direttiva europea in materia che "fa gravare proprio sugli Stati membri l'obbligo di assicurare l'effettivo rispetto dei termini di pagamento da esso previsti nelle transazioni commerciali in cui il debitore è una pubblica amministrazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata