Crisi, Squinzi: Ripresa resta lenta, fragile e asimmetrica

Roma, 26 mar. (LaPresse) - "Stiamo assistendo a segnali promettenti di uscita dalla lunghissima crisi, dalle variazioni del corso dei tassi di cambio ai costi di alcune materie prime fondamentali come il petrolio, ma la ripresa rimane lenta, fragile e, soprattutto, asimmetrica". Lo ha detto il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, intervenendo al convegno 'Adriano Olivetti e Jacques Maritain per un'economia più umana: persona, industria e sviluppo integrale'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata