Crisi, Schaeuble: Vigilanza Ue deve limitarsi a banche sistemiche

Berlino (Germania), 31 ago. (LaPresse/AP) - Il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, ritiene che il nuovo organo di vigilanza bancaria dell'Unione europea si dovrà limitare alla supervisione sulle grandi banche, la cui stabilità è fondamentale per la sicurezza finanziaria europea. E' quanto affermato in un commento riportato dal Financial Times. "E' fondamentale - ha detto Schaeuble - che il nuovo sistema sia veramente efficace. Dobbiamo rifuggire da un blando approccio e dotare il supervisore di responsabilità reali e ben definite, di poteri coercitivi e risorse adeguate". Secondo Schaeuble "questo significa anche che si dovrebbe concentrare la vigilanza diretta su quelle banche che possono comportare un rischio sistemico a livello europeo". Il ministro delle Finanze tedesco ha spiegato che "è una questione di buon senso, non possiamo aspettarci che un meccanismo europeo di vigilanza che controlli direttamente tutti gli istituti di credito della regione, che sono 6.000 solo nella zona euro, sia efficace". Inoltre, secondo il responsabile del bilancio tedesco, "la creazione di un simile organismo non sarà facile e farlo in tempi ragionevoli richiede non solo un duro lavoro, ma anche coraggio, perché implica un grande passo in avanti verso una maggiore integrazione europea". Schaeuble ha detto ancora che, se affidato alla Bce, il processo decisionale del meccanismo di vigilanza dovrà essere "rigorosamente" separato da quello dell'Eurotower, "per evitare conflitti di interesse".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata