Crisi, precipita il mercato immobiliare nel 2012

Roma, 14 mar. (LaPresse) - E' in caduta libera il mercato immobiliare: la variazione percentuale del volume di compravendite per l'intero settore, nel quarto trimestre del 2012 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, risulta pari al -29,6%. Lo rileva l'Osservatorio del mercato immobiliare dell'Agenzia delle Entrate, sottolineando che si tratta della maggiore contrazione, in termini di tasso tendenziale annuo, registrata dal 2004, quando sono cominciate le rilevazioni.

Nel 2012 le unità immobiliari compravendute in Italia sono state 993.339; quasi 330 mila unità in meno rispetto al 2011, in calo del 24,8% sull'anno precedente. La spesa per l'acquisto di abitazioni, al netto degli oneri di transazione e delle relative imposte, nel 2012 è stata stimata complessivamente pari a 74,6 miliardi, in calo rispetto al 2011 di circa il 26%, che corrisponde a una perdita di oltre 26 miliardi di euro. In diminuzione anche le quotazioni medie delle abitazioni nelle 12 città con più abitanti nella seconda metà dell'anno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata