Crisi, Ocse: Rallenta commercio globale, ma vola export Cina (+12,8%)

Parigi (Francia), 30 ago. (LaPresse) - Gli scambi di merci hanno rallentato nel secondo trimestre 2012 nella maggior parte delle principali economie mondiali, ma le esportazioni sono tornate ad accelerare in Cina. Lo riferisce l'Ocse, che segnala che importazioni ed esportazioni sono scese in Francia (-4,7% e -2,5% rispettivamente), Germania (-3,5% e -2,5%), Italia (-2,8% e -2,4%) e Regno Unito (-1,1% e -4,2%). Importazioni ed esportazioni sono diminuite anche in economie emergenti come India (-13% e -4,3%), in Russia (-4,6% e -8,3%) e Sudafrica (-0,7% e -8,3%). Per quanto riguarda le sole importazioni, si sono contratte in Canada (-0,3%) e negli Stati Uniti (-0,5%), dove tuttavia le esportazioni sono leggermente aumentate dello 0,6% e dell'1,1%. In Cina, invece, le esportazioni dopo due trimestri di rallentamento sono balzate del 12,8%, il ritmo più veloce di crescita da gennaio-marzo 2007, ma le importazioni nel colosso asiatico sono salite del 2,5%. Importazioni ed esportazioni sono aumentate anche in Giappone (+0,4% e +1,6% rispettivamente), ma il tasso di crescita delle importazioni è sceso al livello più basso dal secondo trimestre del 2009.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata