Crisi, Inps: In un anno cassa integrazione a +12,1% rispetto al 2011

Roma, 4 gen. (LaPresse) - Sono quasi 1,1 miliardi le ore di cassa integrazione autorizzate dall'Inps nel 2012, in aumento del 12,1% rispetto al 2011, quando si erano registrate 973,2 milioni di ore. Lo comunica l'Istituto nazionale della previdenza sociale in una nota. Solo nel mese di dicembre dello scorso anno sono state autorizzate 86,5 milioni di ore di cassa integrazione guadagni, in aumento del 15,3% rispetto allo stesso mese del 2011.

"Dal 2009 - sottolinea l'Inps - quando per effetto della crisi economica le autorizzazioni balzarono dai 227,6 milioni dell'anno precedente a 913,6 milioni, con un aumento del 301%, la cassa integrazione ha fatto registrare ancora un aumento nel 2010, quando ha raggiunto il picco con 1.197,8 milioni di ore autorizzate (+31% rispetto al 2009), una diminuzione nel 2011, quando le ore autorizzate furono 973,2 milioni (-19% rispetto al 2010) e di nuovo un aumento lo scorso anno, quando si è superato un'altra volta il miliardo di ore autorizzate (+12,1 rispetto al 2011)". Il dato congiunturale fa registrare invece una diminuzione delle richieste di autorizzazione: a novembre 2012, infatti, furono autorizzate 108,3 milioni di ore, che confrontate con gli 86,5 milioni di ore di dicembre, attestano un calo del 20,1 per cento.

"I dati definitivi del 2012 - spiega il presidente dell'Inps Antonio Mastrapasqua - confermano la generale tendenza all'aumento di richieste di cassa integrazione, che si presenta più vicina ai livelli del 2010, quando furono autorizzate quasi 1,2 miliardi di ore, piuttosto che a quelli del 2011, quando non venne raggiunto il miliardo". "In questa perdurante situazione - sottolinea Mastrapasqua - è ancora più forte, dal punto di vista delle prestazioni erogate dall'Inps, l'impegno dei nostri uffici e del nostro personale per assicurare il pagamento dell'assegno di cig nel più breve tempo possibile". Il presidente dell'Inps ha sottolineato che "attualmente, nel 96% dei casi l'assegno viene erogato dai nostri uffici entro trenta giorni dalla domanda, e speriamo presto di arrivare all'erogazione dell'assegno entro questi termini per tutti i beneficiari".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata