Crisi, Camusso: Rischio sono 500mila senza più cassa integrazione

Roma, 14 apr. (LaPresse) - "C'è il rischio concreto che a breve" almeno 500mila persone "restino senza la cassa integrazione. Avevamo chiesto al governo di non ridurre i fondi per la cassa in deroga, ma in alcune regioni non è detto che si arrivi a giugno". Lo ha detto la segretaria nazionale della Cgil Susanna Camusso, intervistata da SkyTg24. "Bisogna trovare quei fondi - ha aggiunto - per evitare un avvitamento della crisi". Dell'ipotesi di ridurre il fiscal compact per ottenere dall'Europa i fondi necessari a rifinanziare la cassa integrazione, Camusso spiega che "i tempi di una discussione europea, che bisogna comunque fare, sarebbero più lunghi" rispetto alla necessità immediata di trovare risorse. "E' evidente - ha detto ancora la leader della Cgil - che così come è, il fiscal compact è uno strangolamento per le nostre possibilità". Camusso è tornata poi a parlare della necessità di "una iniziativa unitaria" tra Cgil-Cisl e Uil che "devono mobilitarsi e dare voce alle tante preoccupazioni. Bisogna tornare alla realtà - ha spiegato - e non alle cose simboliche", riferendosi all'idea di Angeletti che ha proposto un'ora di stop simbolica in tutto il Paese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata