Crisi, Banca centrale Olanda: No a Tobin tax, ci danneggerebbe troppo

Amsterdam (Olanda), 6 feb. (LaPresse/AP) - La Banca centrale olandese è contro l'introduzione della Tobin tax, la tassa sulle transazioni finanziarie proposta a settembre dalla Commissione europea e appoggiata dal presidente francese, Nicolas Sarkozy. La De Nederlandsche bank sostiene infatti che la tassa, un tributo dello 0,1% per transazione sul traffico di azioni e bond, danneggerebbe in modo sproporzionato l'Olanda, a causa dell'alta concentrazione nel Paese di banche, compagnie assicurative e fondi pensionistici. I suoi sostenitori vedono la tassa come un metodo per scoraggiare la speculazione e costringere il settore finanziario a pagare i propri costi di salvataggio e regolamentazione. La Banca centrale olandese afferma che l'idea così come è stata proposta avrebbe effetti imprevedibili e negativi, specialmente se non venisse applicata in tutto il mondo. Anche il Regno Unito è contrario alla tassa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata