Crif: Mutui famiglie +42,5% annuo a ottobre, in dieci mesi +56,7%

Milano, 9 nov. (LaPresse) - Ottobre ha fatto segnare una crescita della domanda di mutui ipotecari da parte delle famiglie italiane pari al +42,5% rispetto allo stesso mese del 2014. È quanto emerge dall'ultimo aggiornamento del Barometro Crif. In termini aggregati, nei primi 10 mesi dell'anno in corso il numero di richieste di mutui ha segnato una crescita del +56,7% rispetto al pari periodo del 2014.

Crif riporta anche il dato relativo all'importo medio dei mutui richiesti che, nei primi 10 mesi dell'anno, è stato pari a 122.293 euro, in calo del -1,5% rispetto al pari periodo dello scorso anno (quando l'importo medio era pari a 124.169 euro) e del -11,7% rispetto al 2008, quando la crisi economica non si era ancora manifestata. Si consolida inoltre il trend relativo alla durata dei mutui richiesti, con la classe compresa tra i 15 e i 20 anni che risulta essere la preferita dagli italiani, con una quota pari al 24,2% del totale, seguita da quella compresa tra i 25 e i 30 anni con una quota pari al 21,3%.

Relativamente alla domanda di prestiti da parte delle famiglie italiane (nell'aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati), il mese di ottobre appena concluso ha fatto segnare un incremento pari al +6,6% rispetto allo stesso mese del 2014. Prendendo in considerazione l'aggregato dei primi 10 mesi del 2015 la domanda complessiva di prestiti da parte delle famiglie italiane fa registrare un +7,5% rispetto al pari periodo del 2014.

Anche nel mese di ottobre si conferma la dinamica divergente delle due tipologie di finanziamento che ha iniziato a manifestarsi nei mesi precedenti: nello specifico, i prestiti finalizzati all'acquisto di auto, moto, arredo elettrodomestici e altri beni e servizi finanziabili hanno fatto registrare un aumento del +17,8% rispetto al corrispondente periodo del 2014, determinando la performance positiva dell'intero comparto e controbilanciando la confermata debolezza dei prestiti personali, che nel medesimo periodo di osservazione hanno fatto segnare un -7,2%, confermando la performance negativa che ha caratterizzato gli ultimi mesi.

Dall'ultima rilevazione di Crif arrivano segnali incoraggianti relativamente all'importo medio dei prestiti richiesti che, nell'aggregato di prestiti personali più finalizzati, nel mese di ottobre si è attestato a 7.805 euro rispetto ai 7.191 euro del pari periodo 2014 (+8,5%). Entrando maggiormente nel dettaglio, per quanto riguarda i prestiti finalizzati nel mese di ottobre l'importo medio richiesto è risultato pari a 4.914 euro contro i 4.529 euro del corrispondente periodo 2014 (+8,5%) mentre relativamente ai prestiti personali si è assestato a 12.278 euro contro i 10.436 euro dell'ottobre 2014 (+17,7%). Relativamente all'aggregato dei primi 10 mesi dell'anno, invece, l'importo medio (nel complesso di prestiti personali più finalizzati) si è attestato a 7.847 euro, in crescita del +2,9% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno ma ancora ben distante dagli anni pre-crisi (-16,4%).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata