Corte dei Conti convoca Morgan Stanley: danno da 4 miliardi
Chiamati a comparire anche Cannata, La Via, Siniscalco e Grilli

La procura regionale per il Lazio della Corte dei Conti ha convocato Morgan Stanley ed ex responsabili del Tesoro che hanno stipulato contratti derivati con  la banca d'affari americana. Lo rivela 'Repubblica'. Tra i chiamati a comparire Maria Cannata, direttore del Debito pubblico, Vincenzo La Via, suo predecessore, Domenico Siniscalco, ex direttore generale del Tesoro, e Vittorio Grilli, anche lui ex direttore del Tesoro. La Corte dei Conti, secondo quanto ricostruisce il quotidiano, avrebbe chiesto loro danni per 4,1 miliardi per aver sottoscritto contratti con Morgan Stanley in perdita per tre miliardi di euro tra dicembre 2011 e gennaio 2012. La responsabilità sarebbe quella di aver concesso alla banca Usa la clausola Ate, 'Additional termination events', che consente di chiedere allo Stato italiano di rientrare, oltre una certa soglia, dalle proprie posizioni debitorie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata