L'Eurogruppo raggiunge accordo per nuovo Mes. Per l'Italia 36 miliardi possibili
L'Eurogruppo raggiunge accordo per nuovo Mes. Per l'Italia 36 miliardi possibili

Presiti a 10 anni a tasso vicino allo 0%. Gualtieri: nessuna condizione aggiuntiva oltre a utilizzo per spese sanitarie 

 L'Eurogruppo ha raggiunto un accordo sulla nuova linea di credito del Mes per le spese sanitarie legate all'emergenza coronavirus. L'unico requisito per accedere alla linea di credito del Mes sarà che gli Stati membri dell'area euro che richiedono il sostegno "si impegnino ad utilizzare questa linea di credito per sostenere il finanziamento interno all'assistenza sanitaria diretta e indiretta, i costi relativi alla cura e alla prevenzione legati alla crisi di Covid-19".

 E' quanto hanno deciso i ministri delle Finanze dell'Ue riuniti nell'Eurogruppo. Gli Stati membri dovranno preparare un 'piano individuale di risposta pandemica' sulla base di un modello unico. I prestiti concessi agli Stati membri tramite la nuova linea di credito del Mes avranno una durata media massima di 10 anni.  I fondi garantiti dalla nuova linea di credito del Mes potranno essere richiesti dagli Stati membri fino a dicembre 2022, ma saranno possibili ulteriori proroghe qualora l'impatto dell'emergenza coronavirus lo rendesse necessario, ha spiegato il presidente dell'Eurogruppo, Mario Centeno, in una conferenza stampa al termine della riunione dei ministri delle Finanze dell'Ue.

 "Accogliamo con favore l'intenzione della Commissione di applicare un quadro di monitoraggio semplificato, limitato agli impegni dettagliati nel piano di risposta pandemica, come indicato nella lettera del vicepresidente esecutivo Valdis Dombrovskis del 7 maggio e del commissario Paolo Gentiloni indirizzata al presidente dell'Eurogruppo". 

 L'Eurogruppo conferma che il MES potrà offrire finanziamenti per il 2% del Pil a tasso quasi zero per spese sanitarie e di prevenzione dirette e indirette legate al COVID19. La Commissione verificherà solo questo requisito. Non potranno essere introdotte condizioni aggiuntive, ha garantito da parte sua il Ministro dell'Economia Gualtieri. Per l'Italia si tratterebbe di fondi pari a 36 miliardi di euro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata