Coronavirus, Fmi: Crisi tutt'altro che finita, continuare sostegno

Milano, 9 set. (LaPresse) - La crisi legata al coronavirus "è tutt'altro che finita", la ripresa "resta molto fragile e disomogenea tra regioni e settori" e per "garantire" che "continui, è essenziale che il sostegno economico non venga ritirato prematuramente". E' quanto affermano il direttore generale del Fmi, Kristalina Georgieva e il capo economista del Fondo Gita Gopinath in un editoriale congiunto su Foreign Policy Magazine.

"Garantire una ripresa duratura ed emergere più forti" dalla crisi "richiederà un'azione su tre fronti: primo, la crisi sanitaria deve cessare in modo durevole e ovunque. I progressi impressionanti nello sviluppo di vaccini fanno sperare che questo obiettivo possa essere raggiunto. In secondo luogo, le persone devono essere in grado di trovare lavori produttivi. Ciò richiede la prevenzione di bancarotte da parte delle imprese e la creazione di un ambiente per una crescita ricca di posti di lavoro. Infine, il nostro futuro deve essere più sostenibile e inclusivo del nostro passato. Ciò richiede politiche per fermare il riscaldamento globale e invertire la crescente disuguaglianza", aggiungono Gopinath e Georgieva.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata