Coronavirus, Bce: Programma di acquisti da 750 miliardi

Roma, 19 mar. (LaPresse) - Il consiglio direttivo della Bce ha deciso l'avvio di un nuovo programma di acquisto di attività temporanee di titoli del settore pubblico e privato per contrastare i gravi rischi per il meccanismo di trasmissione della politica monetaria e le prospettive per l'area dell'euro rappresentate dall'epidemia e dalla crescente diffusione del coronavirus, Covid-19. Questo nuovo programma di acquisto di emergenza pandemica (Pepp) avrà una dotazione complessiva di 750 miliardi di euro. Gli acquisti saranno condotti fino alla fine del 2020 e includeranno tutte le categorie di attività ammissibili nell'ambito del programma di acquisto di attività (App) esistente. È quanto si legge in una nota pubblicata sul sito della Banca centrale europea. Per gli acquisti di titoli del settore pubblico, l'allocazione di riferimento tra le giurisdizioni continuerà ad essere la chiave di capitale delle banche centrali nazionali. Allo stesso tempo, gli acquisti nell'ambito del nuovo PEPP saranno condotti in modo flessibile. Ciò consente fluttuazioni nella distribuzione dei flussi di acquisto nel tempo, tra le classi di attività e tra le giurisdizioni. Una deroga ai requisiti di ammissibilità per i titoli emessi dal governo greco sarà concessa per gli acquisti nell'ambito del Pepp. Il Consiglio direttivo interromperà gli acquisti netti di attivi nell'ambito del Pepp una volta che avrà concluso che la fase di crisi del coronavirus Covid-19 è terminata, ma comunque non prima della fine dell'anno. (Segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata