Coronavirus, Bce: Massima flessibilità Pepp, no quote massime

Milano, 26 mar. (LaPresse) - Il pandemic emergency purchase programme (Peep) della Bce "richiede un elevato grado di flessibilità nella sua pianificazione e attuazione" rispetto al quantitative easing fino ad oggi in vigore, così come sono diversi gli "obiettivi di politica monetaria". E' quanto si legge nella Gazzetta ufficiale dell'Ue del 25 marzo, in cui è stato registrato il programma straordinario di acquisto titoli della Bce. "Per garantire l'efficacia della presente decisione, il consolidamento di quote di cui all'articolo 5 della decisione (Ue) 2020/188 della Banca centrale europea (Bce/2020/9) non dovrebbe applicarsi alle quote ai fini del Pepp", si legge ancora nel documento. Il riferimento è al limite agli acquisti del quantitative easing, come quello del 25% all'acquisto dei titoli per ogni missione, ma soprattutto la quota del 50% massimo di acquisto del debito pubblico di un singolo paese. Questa quota era inizialmente del 33% ed è stata estesa a marzo del 2016.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata