Coronavirus, Bankitalia: Rischio aumento tasso deterioramento prestiti

Roma, 15 apr. (LaPresse) - "Lo shock macroeconomico generato dalla pandemia da Covid-19, a parità di altre condizioni, potrebbe generare un forte aumento del tasso di deterioramento dei prestiti". E' quanto si legge nel testo dell'audizione del Capo del Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria Paolo Angelini e del Capo del Servizio Stabilità finanziaria della Banca d'Italia Giorgio Gobbi davanti alla Commissione Parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario su Iniziative della Task Force per la liquidità del sistema bancario nell'emergenza sanitaria.

"Nel breve temine i provvedimenti legislativi sulle moratorie e sulla sospensione delle rate dei mutui per l'acquisto di abitazioni e gli interventi a sostegno dei redditi delle famiglie e della continuità aziendale delle imprese avranno l'effetto di contenere, anche in misura significativa, il flusso di prestiti deteriorati. Nel medio termine le ricadute dell'epidemia sulla qualità del credito dipenderanno dalla durata della recessione e dalla rapidità della ripresa", si aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata