Conti pubblici, Istat: Nel primo trimestre Deficit-Pil sale a 8%

Roma, 4 lug. (LaPresse) - Nel primo trimestre 2012 l'indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche è stato pari all'8,0% del Prodotto interno lordo (Pil). Nel corrispondente trimestre dell'anno precedente era stato pari al 7,0%. Lo comunica l'Istat spiegando che si tratta di dati grezzi. Il saldo corrente (risparmio), aggiunge l'istituto nazionale di statistica, è stato pari a -21.952 milioni di euro (era stato -17.120 milioni di euro nel corrispondente trimestre dell'anno precedente), con un'incidenza sul Pil di -5,8%.

Per quanto riguarda il saldo primario (indebitamento al netto degli interessi passivi), è risultato negativo e pari a 11.471 milioni di euro. L'incidenza sul Pil è stata del -3,0%. Le uscite totali delle Pa, invece, sono aumentate, in termini tendenziali, dell'1,3%. Le uscite correnti sono cresciute del 2,6%, mentre quelle in conto capitale sono diminuite del 19,9%. Le entrate totali, nello stesso periodo, sono diminuite, in termini tendenziali, dell'1,0%. Le entrate correnti sono diminuite dello 0,2%. I risultati del primo trimestre 2012 hanno risentito, da un lato, dell'aumento della spesa per interessi dovuto alla salita nel corso del 2011 dei rendimenti sui titoli di Stato e, dall'altro, del calo delle entrate causato dall'andamento negativo dell'economia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata