Consumatori: Aumenta la fiducia ma non i soldi delle famiglie

Roma, 28 ott. (LaPresse) - La fiducia dei consumatori registrata dall'Istat ad ottobre è la più alta dal febbraio 2002, oltre 13 anni fa. Sale a 116,9 punti dai 113 di settembre. "Una buona notizia che la fiducia aumenti. Peccato che non aumentino altrettanto i soldi nelle tasche delle famiglie. Le aspettative in economia contano e possono avere anche effetti reali, ma sono molto limitati e spesso sopravvalutati. Le condizioni economiche reali delle famiglie sono ben altre e sono queste che ci preoccupano per davvero" ha dichiarato Massimiliano Dona, segretario dell'Unione Nazionale Consumatori.

"Inoltre, se si analizza il dato di oggi - ha proseguito Dona - alla domanda chiave, ossia il giudizio sulla situazione economica della famiglia, per quanto il giudizio e l'attesa sia in leggerissimo miglioramento, da -37 di settembre a -36 di ottobre, resta un dato decisamente negativo. Anzi, se si analizzano nello specifico le domande grezze, si scopre che si aggrava il giudizio di quelli che considerano la situazione economica delle famiglie 'molto peggiorata', passando dal 6,3 di settembre a 7,6 di ottobre. Sale anche il dato di quelli che la considerano 'peggiorata', da 25,3 a 25,6. Si allarga, insomma, la forbice delle diseguaglianze - ha concluso Dona - Siamo al solito pollo di Trilussa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata