Consob, per Savona ok da M5S: si lavora per superare legge Madia

la norma sulla PA impedisce incarichi dirigenziali per chi è in pensione e quindi al ministro degli Affari esteri di diventare il numero uno della Commissione nazionale per le società e la Borsa

Ok del Movimento 5Stelle alla nomina di Paolo Savona a presidente della Consob. E' quanto apprende LaPresse da fonti qualificate dei pentastellati. Al momento viene spiegato, il premier Giuseppe Conte sta lavorando per superare la legge Madia sulla Pa, che prevede che non si poirigenziali o direttivi per chi è in pensione, se non per un solo anno e a titolo gratuito.

Il nome del ministro per gli Affari europei è circolato venerdì 1 febbraio, ma il diretto interessato non ha mai smentito né confermato. Lo spostamento di Savona lascerebbe una poltrona vacante nel governo che però, spiegano fonti della maggioranza, non preoccupa più di tanto. Ipotesi di nuovi nomi e di rimpasto non sono in considerazione, per non offrire fronti alla critica degli avversari e non lasciare spazio a incertezze che potrebbero essere interpretate come debolezze. La delega dunque andrebbe assunta ad interim da Conte: del resto, viene fatto notare, è lui la voce del governo in Europa, come dimostrato dalle trattative sul bilancio e sui migranti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata