Consob, fonti: Minenna pronto a lasciare carriera se nominato presidente

L'economista vuole "evitare ogni tipo di speculazione" da una sua nomina. La poltrona è vacante dallo scorso settembre

In caso di nomina come presidente della Consob, è pronto a dimettersi subito dalla carriera direttiva, nonostante la legge istitutiva preveda, per casi come il suo, l’aspettativa. Lo riferiscono fonti vicine a Minenna, che attualmente è responsabile dell'ufficio Analisi Quantitative e Innovazione Finanziaria presso la Consob.

Le stesse fonti precisano che la scelta dell'economista di eventuali dimissioni è già una sua intenzione da quando, a novembre, "era stato indicato dai leader della maggioranza come prossimo presidente della Commissione". Minenna vuole "evitare ogni tipo di speculazione" da una sua nomina.

La poltrona di presidente Consob è vacante dallo scorso settembre, quando l'ex presidente Mario Nava è stato oggetto di attacchi di Lega e M5S per la presunta incompatibilità tra il distacco dagli uffici tecnici della Commissione europea e la guida di una Authority nazionale. In attesa di una nomina, Anna Genovese ha assunto l'incarico di presidente vicaria.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata