Confturismo: Confermate le peggiori previsioni, settore attende interventi adeguati

Torino, 5 set. (LaPresse) - Dopo il mese di giugno di fatturati azzerati per le imprese del turismo e luglio con andamento a singhiozzo, si registra un agosto con numeri complessivamente ridotti, permanenze medie più brevi e spesa contratta, mentre le prospettive per settembre sono ridimensionate rispetto a quelle previste solo due mesi fa. È questo il quadro che emerge dalla rilevazione dell'indice di fiducia dei viaggiatori italiani condotta, tra il 23 e il 31, da Swg per conto di Confturismo-Confcommercio, che sottolinea che "scende per la prima volta tra luglio e agosto – da 65 a 63 punti su scala da 0 a 100 – l'indice che rappresenta la propensione degli italiani a viaggiare. Non era mai successo in 5 anni di rilevazioni e il fatto che avvenga quest'anno, quando la misurazione aveva già registrato record catastrofici da marzo in poi, è ancora più grave. Vuole dire, dunque, che andranno per lo più deluse le speranze riposte sul mese di settembre per cercare di recuperare una stagione senza stranieri". “Confermate le peggiori previsioni, ora il settore attende interventi adeguati”, sottolinea Luca Patanè, presidente di Confturismo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata