Confindustria: Quadro fragile, in novembre-dicembre -186mila occupati

Roma, 20 feb. (LaPresse) - Il quadro dell'economia italiana nel complesso "è di estrema debolezza e fragilità" e il calo del Pil nel quarto trimestre del 2012, dello 0,9% rispetto a luglio-settembre, "è superiore alle attese, risente dell'anomalo dato del terzo e lascia al 2013 una variazione acquisita di -1,0% che costringe a rivedere all'ingiù le previsioni". E' quanto afferma il Centro studi di Confindustria nella sua 'congiuntura flash' di febbraio. Inoltre secondo il Csc la perdita di occupazione in Italia "è bruscamente accelerata": nonostante si sia registrato negli ultimi tre mesi del 2012 un tasso di disoccupazione costante all'11,2%, in dicembre e novembre sono stati persi 186 mila posti, di cui 104 mila solo a dicembre.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata