Confcommercio: Sterilizzazione aumento Iva è priorità

Roma, 12 giu. (LaPresse) - "La sterilizzazione dell'aumento dell'Iva costituisce una priorità. L'aumento dell'Iva determinerebbe pronunciati effetti regressivi". E' quanto si legge nella ricerca 'L'Italia che arretra' di Confcommercio e Cer. In merito all'ipotesi di una diminuzione dell'Irpef e di una maggiorazione dell'Iva, Confcommercio sottolinea che "penalizzerebbe le famiglie comprese nel primo 50% della distribuzione del reddito, con perdite comprese fra 200 e 50 euro per nucleo familiare". "Se la sterilizzazione dell'Iva fosse stata decisa già in sede di legge di stabilità, ne avrebbero tratto vantaggio le famiglie del primo 30% della distribuzione del reddito. Per le famiglie meno abbienti e gli incapienti, il vantaggio sarebbe arrivato quasi al 2% del reddito disponibile", prosegue il rapporto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata