Confcommercio: Pil +1,1% nel 2015 e +1,4% nel 2016

Cernobbio (Como), 27 mar. (LaPresse) - Confcommercio ha "una proiezione prudentemente ottimistica delle variabili del quadro macroeconomico tanto per il 2015 quanto per il 2016". Il dato emerge dal rapporto sullo scenario economico italiano per il biennio 2015-2016 presentato durate il tradizionale Forum a Cernobbio. Per l'associazione dei commercianti "il Pil potrebbe avviarsi verso un sentiero di crescita finalmente positivo, facendo segnare un +1,1% nell'anno in corso e un +1,4% nel 2016, tornando ad attestarsi sul profilo medio registrato tra il 1996 e il 2007".

"EXPO VALE 2,7 MILIARDI". Grazie ad Expo, tra maggio e ottobre 2015 arriveranno in Italia "circa 29 milioni di presenze che, stando ai parametri della regressione, generano una maggior spasa turistica degli stranieri per oltre 2,5 miliardi di euro in volume". "L'effetto netto" della manifestazione, inoltre, "vale 2,7 miliardi di euro, circa lo 0,2% del Pil e lo 0,3% dei consumi". "In termini di maggior crescita di Pil - si legge ancora nel rapporto di Confcommercio - ipotizzando una spesa degli italiani all'estero crescente al tasso indicato per il complesso dei consumi dei residenti (+0,9%), l'incremento valutabile è di 2 decimi di punto, che porterebbero la crescita da noi stimata per il 2015, dallo 0,9% all'1,1%, stanti gli effetti aggiuntivi sui consumi sul territorio pari a tre decimi di punto, cioè dal +0,9% al +1,2%".

"DA GIUBILEO +0,2-0,3% PIL". Le previsioni del centro studi di Confcommercio per il biennio 2015-2016 "non incorporano il prevedibile effetto positivo del Giubileo Straordinario" che "potrebbe valere lo 0,2-0,3% aggiuntivo di Pil".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata