Commercio estero, Istat: Ad agosto importazioni +4,4%, export +3,9%

Roma, 16 ott. (LaPresse) - Aumenti ad agosto rispetto al mese precedente sia per le importazioni (+4,4%) sia per le esportazioni (+3,9%). Lo rileva l'Istat, sottolineando che si tratta di dati corretti dagli effetti di calendario. L'aumento dell'export è più sostenuto per le vendite verso i paesi Ue (+4,7%) rispetto ai paesi extra Ue (+2,9%). Particolarmente rilevante è l'incremento delle vendite di prodotti energetici (+8,8%) e di beni di consumo durevoli (+6,7%). La crescita delle importazioni coinvolge entrambe le aree di interscambio: +4,9% per i paesi extra Ue e +3,9% per i paesi Ue. Incrementi significativi si registrano per prodotti energetici (+9,3%), beni di consumo durevoli (+5,7%) e prodotti intermedi (+4,6%). Ad agosto l'aumento su base annua del valore delle esportazioni (+8,4%) deriva da incrementi sia dei valori medi unitari (+5,3%), sia, in misura più contenuta, dei volumi (+2,8%). La riduzione tendenziale del valore delle importazioni (-1,1%) è determinata da una significativa flessione dei volumi (-6,1%), mentre i valori medi unitari registrano un rilevante incremento (+5,5%). Il saldo commerciale di agosto, in rosso di 598 milioni, è la risultante di un disavanzo con i paesi dell'area extra Ue (-1,0 miliardi) e di un avanzo con i paesi Ue (+0,4 miliardi).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata