Cina contro Ue-Usa al Wto: Stop a metodo del Paese surrogato
Denunciati per il metodo utilizzato nel calcolare le misure anti-dumping

La Cina ha denunciato Usa e Ue dinanzi al Wto per il metodo utilizzato nel calcolare le misure anti-dumping contro Pechino. Quando la Cina ha aderito all'Organizzazione mondiale del commercio nel 2001, gli altri membri del Wto avrebbero potuto considerarla come una economia non di mercato per 15 anni. I parter commerciali dei cinesi hanno potuto finora utilizzare i costi di produzione di un Paese terzo per valutare se la Cina vendeva i propri prodotti al di sotto del valore di mercato. Tuttavia una parte di tale clausola di adesione è scaduta l'11 dicembre e la Cina chiede che venga abbandonata questa norma di tariffazione surrogata. "Purtroppo, gli Stati Uniti e l'Unione Europea devono ancora adempiere a tale obbligo", afferma il Ministero del Commercio della Cina in una dichiarazione sul proprio sito web.

La Commissione Ue ha ammesso di aver ricevuto la richiesta di consultazioni, il primo passo per l'apertura delle controversie in sede Wto. "Ci dispiace che la Cina stia lanciando questa disputa oggi, nonostante il fatto che la Commissione abbia già presentato una proposta di modifica della legislazione in questione", ha detto un portavoce di Bruxelles.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata