Cina, Banca centrale: Abbiamo difese per lo yuan contro gli speculatori

Pechino (Cina), 7 gen. (LaPresse/Xinhua) - La Banca centrale cinese è capace di mantenere lo yuan "sostanzialmente stabile a un livello di equilibrio ragionevole" contrastando "le forze che speculano". Lo si legge in una comunicazione sul sito della People's Bank of China. La moneta cinese ha toccato oggi sul dollaro il livello più basso dal 18 marzo 2011, secondo i dati del Trading China Foreign Exchange.

"Alcune forze cercano di fare profitto speculando sul renminbi. Questo tipo di trading non è correlato alla domanda dell'economia reale e non riflette nemmeno le reali domanda e offerta del mercato, portando solo a fluttuazioni anomale dei tassi di cambio dello yuan e inviando un segnale sbagliato al mercato", spiega la Banca centrale cinese.

People's Bank of China sottolinea inoltre che "anche se la crescita delle esportazioni è diminuita nel 2015, la quota di export del Paese nel totale mondiale è nuovamente aumentata. Non vi è alcuna necessità per la Cina di stimolare le esportazioni e stabilizzare la crescita attraverso un deprezzamento competitivo della moneta".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata