Chrysler, vendite in Usa +4% a febbraio, ancora bene Fiat 500

Torino, 1 mar. (LaPresse) - Il gruppo Chrysler ha venduto a febbraio negli Stati Uniti 139.015 unità, con un aumento del 4 per cento rispetto alle 133.521 unità dello stesso periodo nel 2012. E' quanto si legge in una nota di Fiat. I marchi Dodge, Ram Truck e Fiat hanno registrato incrementi anno-su-anno. Il mese di febbraio segna il trentacinquesimo mese consecutivo di aumenti per Chrysler.

PREVISTO RALLENTAMENTO IN GENNAIO-MARZO. Tuttavia, spiega Fiat, i volumi di consegne e vendite del periodo gennaio-marzo saranno negativamente influenzati dall'uscita di produzione del Jeep Liberty nel terzo trimestre 2012 e dal lancio in corso durante questo trimestre dei nuovi Jeep Grand Cherokee, Jeep Compass e della nuova gamma Heavy Duty di Ram. Come precisato da Sergio Marchionne, presidente e amministratore delegato di Chrysler Group Llc, durante la conference call tenuta a fine gennaio per la presentazione dei dati dell'esercizio e del quarto trimestre 2012, si prevede che a causa dei menzionati nuovi lanci i volumi del primo trimestre 2013 saranno in calo rispetto al corrispondente periodo del 2012.

ANCORA BENE LA 500. Le vendite della Fiat 500 negli Stati Uniti sono aumentate il mese scorso del 2 per cento, segnando un primato per il mese di febbraio e il dodicesimo mese consecutivo di record.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata