Chiusura positiva per Piazza Affari, Ftse Mib +1,22%

Milano, 30 dic. (LaPresse) - Si chiude oggi con un giorno di anticipo il 2011 di Piazza Affari, con una perdita di circa un quarto del valore del listino principale. Milano termina l'ultima seduta in moderato rialzo, con il Ftse Mib che guadagna l'1,22% a 15.089,74 punti e il Ftse All-Share che sale dell'1,17% a 15.850,49 punti. Nel resto d'Europa, Francoforte sale, con l'indice Dax guadagna lo 0,85% a 5.898,35 punti. Nel corso del 2011 il listino principale ha perso il 14,7%. A Londra, l'indice Ftse 100 nella giornata prefestiva mostra un rialzo dello 0,1% a 5.572,28 punti. Nel corso del 2011 l'indice ha perso poco più del 6% del valore. Chiusura positiva per Parigi, con l'indice Cac 40 che sale dell'1,03% a 3.159,81 punti. Il listino ha perso invece quasi il 17% in tutto il 2011. Chiude l'anno in territorio positivo anche Madrid, con l'Ibex che guadagna lo 0,92% a 8.566,3 punti, con un calo però dall'inizio dell'anno di oltre il 13%.

Il comparto bancario chiude un anno nero con rialzi generalizzati. Tra gli istituti di credito Banca Montepaschi guadagna lo 0,76% a 0,251 euro, Popolare di Milano l'1,59% a 0,306 euro, Banco Popolare il 2,35% a 1 euro, Mediobanca l'1,51% a 4,446 euro, Ubi Banca lo 0,89% a 3,166 euro, Intesa Sanpaolo lo 0,15% a 1,294 euro e Unicredit lo 0,16% a 6,42 euro. Fa eccezione Bper che lascia lo 0,72% a 5,53 euro. Nel corso del 2011, le grandi banche Mps, Intesa Sanpaolo e Unicredit hanno perso rispettivamente il 65,1%, il 32,45% e il 58,72%.

Sono solo cinque i titoli su quaranta del Mib ad aver chiuso l'anno in positivo: Lottomatica (+25,07%), Impregilo (+12,4%), Pirelli (+7,44%), Campari (+6,57%) ed Enel Green Power (+1,9%). Tutti gli altri sono compresi tra il rosso di Eni (-2,33%) e quello di Fondiaria-Sai (-82,85%), uscita quest'ultima dal paniere principali negli scorsi giorni. Tra i passivi Mediobanca (-34,08%), Fiat (-47,67%), Mediaset (-53,35%) e Finmeccanica (-66,42%).

Nell'ultima seduta del 2011, si segnalano vendite su A2A (-2,74%), Enel Green Power (-0,86%) e Impregilo (-0,08%). Salgono Mediaset (+1,52%), Pirelli (+1,17%), Telecom Italia (+2,15%), Eni (+1,46%) e Autogrill (+1,21%).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata