Chiusura positiva per Piazza Affari, Ftse Mib +0,74%

Milano, 8 nov. (LaPresse) - Chiude in territorio positivo la Borsa di Milano, ma risente dell'incertezza politica italiana. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,74% a 15.664,06 punti e il Ftse All-Share sale dello 0,57% a 16.474,78 punti. Piazza Affari ha toccato il suo massimo di giornata prima del voto alla Camera sul rendiconto dello Stato, per poi limare gradualmente i guadagni dopo l'esito. Hanno votato a favore 308 deputati, mentre 321 si sono astenuti, con la maggioranza assoluta alla Camera fissata a 316 voti. Stamattina lo spread ha toccato il picco record di 496 punti base ed è poi calato sotto quota 480. Tuttavia ha ripreso a salire dopo il voto sul rendiconto.

Buona la performance delle maggiori banche, con Intesa Sanpaolo maglia rosa del listino principale. Ca' de Sass mostra un rialzo del 3,54% a 1,2 euro. Oggi è stato il giorno dei conti per l'istituto di credito, che ha visto l'utile crescere del 3,3% a 527 milioni di euro nel terzo trimestre ma pure calare il risultato netto del 12,3% nei primi nove mesi del 2011 a 1,929 miliardi, rispetto allo scorso anno. Oggi il consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, ha precisato che la banca non cambierà politica e continuerà ad acquistare titoli del debito italiano.

Nel resto del comparto, bene anche Unicredit (+2,09% a 0,808 euro), Banca Montepaschi (+1,24% a 0,2946 euro) e Ubi Banca (+0,53% a 2,662 euro).

Cede Mediaset, in ribasso del 2,94% a 2,508 euro nel giorno dei conti al 30 settembre (usciti dopo la chiusura di Borsa e che vedono un utile in calo del 13,4%) e dell'affanno del governo Berlusconi.

Giornata di bilancio anche per Enel Green Power, che sale dell'1,14% a 1,687 euro. La società attiva nell'energia rinnovabile ha confermato i target per il 2011 e ha realizzato in nove mesi un utile netto in aumento del 3,1% a 363 milioni di euro nei primi nove mesi del 2011, rispetto ai 352 milioni dello stesso periodo dello scorso anno.

Nel resto del Mib, perdono Mediolanum (-1,61%), Finmeccanica (-0,74%), Atlantia (-1,88%), Buzzi Unicem (-1,25%), FonSai (-2,41%), Impregilo (-1,54%) e Lottomatica (-2,48%). Salgono A2A (+0,27%), Eni (+1,08%), Enel Green Power (+1,14%) e Tod's (+2,45%), Luxottica (+2,19%) e Pirelli (+1,41%).

In Europa, le principali Borse chiudono sopra la parità. L'indice Ftse 100 di Londra guadagna l'1,03% a 5.567,34 punti, il Dax di Francoforte sale dello 0,55% a 5.961,44 punti e il Cac 40 di Parigi mostra un rialzo dell'1,28% a 3.143,3 punti. A Madrid, l'indice Ibex cresce dello 0,5% a 8.518,5 punti, mentre ad Atene il listino principale mostra una crescita del 3,51% a 308,25 punti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata