Chiusura in profondo rosso per Piazza Affari, Ftse Mib -4,29%

Milano, 8 dic. (LaPresse) - La Bce taglia il costo del denaro riportandolo al minimo storico dell'1% e annuncia misure nuove straordinarie a sostegno della liquidità del sistema, ma i mercati crollano. Pesa ancora il pessimismo sull'eventualità che si arrivi a una soluzione alla crisi dell'eurozona nel vertice Ue di oggi e domani. Il presidente francese, Nicolas Sarkozy, ha ribadito che il progetto stesso dell'Europa è in pericolo se non si arriverà a un'intesa. In più la stessa Bce ha rivisto al ribasso le stime di crescita dell'area della moneta unica tra -0,4% e +1%, contro le stime di settembre comprese fra +0,4% a +2,2%. In questo contesto lo spread tra Btp e Bund a 10 anni è schizzato in alto avvicinandosi a quota 450 punti base e la Borsa di Milano affonda, con l'indice Ftse Mib che registra un tonfo del 4,29% a 14.979,07 punti e il Ftse All-Share che perde il 3,85% a 15.763,69 punti. Chiusura in ribasso per le principali Borse europee. L'indice Ftse 100 di Londra perde l'1,14% a 5.483,77 punti, il Dax di Francoforte lascia il 2,01% a 5.874,44 punti e il Cac 40 di Parigi cede il 2,53% a 3.095,49 punti. A Madrid, l'indice Ibex segna un ribasso del 2,12% a 8.461,2 punti.

Sul comparto bancario pesa la decisione di Standard & Poor's di mettere sotto CreditWatch per un possibile downgrade il rating di alcune delle principali banche italiane. Giornata in rosso, dunque, per quelle banche, tra cui figurano Unicredit (-7,2% a 0,747 euro), Intesa Sanpaolo (-8,92% a 1,184 euro), Banca Montepaschi (-9,15% a 0,265 euro), Ubi Banca (-7,12% a 3,132 euro), Mediobanca (-10,42% a 4,564 euro), Banco Popolare (-6,15% a 0,954 euro) e Banca Popolare di Milano (-6,28% a 0,280 euro).

Ancora una giornata negativa per Finmeccanica (-9,37% a 3,016 euro). Fitch ha abbassato ieri il rating di Finmeccanica da 'BBB' a 'BBB-' con outlook negativo, per "i rischi materiali nell'esecuzione del piano di ristrutturazione aziendale".

Nel resto del paniere principale, raffica di vendite anche per Fiat (-3,34%), Fiat Industrial (-7,09%), Exor (-4,42%), FonSai (-9,64%), Mediaset (-5,05%) e Atlantia (-3,53%). Limita le perdite Pirelli (-0,37%).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata